This website uses cookies and similar technologies. We use analytical cookies to offer visitors to the website the best possible user experience. By continuing to use centropecci.it, you agree to the placement of cookies on your device.

OK

Film/Notfilm

Replica il 17 giugno ore 15.45

FILM / SHIRLEY CLARKE: PORTRAIT OF ANOTHER CINEMA



June 17, 2018 3:45 PM

Doppia proiezione di Film di Alain Schneider, Samuel Beckett e Not Film cine-saggio di Ross Lipman

share



informations

A chiudere la rassegna dedicata a una delle cineaste più importanti di tutti i tempi Shirley Clarke: Portrait of Anothe Cinema una doppia proiezione con Film di Alain Schneider e Samuel Beckett, con Buster Keaton e Not Film “cine-saggio” sul restauro di Film che riporta alla luce materiali d’archivio straordinari (registrazioni audio, scene tagliate, fotografie).

 


Film

L’unica sceneggiatura cinematografica di Samuel Beckett si intitola archetipicamente Film e prende ispirazione dalla massima del filosofo irlandese George Berkeley “esse est percipi” (l’essere è essere percepito). Film  è  essenzialmente una parodia dei film d’inseguimento: un Oggetto (O/Object) tenta disperatamente di sfuggire allo “sguardo indagatore” di un Occhio (Eye/E) che lo insegue e a “ogni percezione estranea, animale, umana, divina”. Ma alla fine “il tentativo di non essere si vanifica di fronte all'ineluttabilità della percezione di sé”, scrive Beckett nella sceneggiatura. La macchina da presa insegue l’immagine e scopre l’orrore esistenziale annidato nell'apparato stesso del cinema. Oggetto e Occhio sono interpretati da Buster Keaton, che fu ingaggiato da Beckett e dal regista Alan Schneider dopo i rifiuti di Charlie Chaplin, Zero Mostel e Jack MacGowran. Le componenti archetipiche di Film sono ulteriormente accentuate dalla splendida fotografia di Boris Kaufman, fratello di Dziga Vertov e Mikhail Kaufman, creatori del capolavoro autoriflessivo L’uomo con la macchina da presa. Prodotto da Barney Rosset, eccezionale editore della Grove Press e dell’Evergreen Review, “Film è al contempo il risultato di una straordinaria squadra di talenti e un enigma che pone più domande di quante ne soddisfi.” (Ross Lipman) Film torna nelle sale cinematografiche in una splendida versione restaurata, curata da Ross Lipman in collaborazione con la UCLA Film & Television Archive e il British Film Institute. Il restauro è stato finanziato dal programma Avant-Garde Masters della Film Foundation attraverso la National Film Preservation Foundation.

 


Not Film

Nel 1964 il drammaturgo irlandese Samuel Beckett si imbarcò in una delle più affascinanti avventure della storia del cinema: la sua travagliata collaborazione con il genio del cinema muto Buster Keaton nella produzione di un controverso film d’avanguardia: Film. Il cortometraggio, che realizzarono insieme al regista Alan Schneider,  all’editore della Grove Press Barney Rosset e al direttore della fotografia Boris Kaufman, è stato oggetto di lodi e condanne.

 

Cinquant’anni dopo il suo memorabile debutto alla Mostra del Cinema di Venezia, Ross Lipman, rinomato filmmaker e restauratore di Los Angeles, ne ripercorre la travagliata vicenda produttiva in Notfilm, un “cine-saggio” che riporta alla luce materiali d’archivio straordinari (registrazioni audio, scene tagliate, fotografie) mostrando interviste inedite a critici, editori, cineasti (tra cui Haskell Wexler, Barney Rosset, Steve Schapiro, James Knowlson e Billie Whitelaw). Notfilm ci conduce dietro le quinte di Film e in una suggestiva esplorazione del cinema muto e sperimentale – da Charlie Chaplin a Buster Keaton, a Luis Buñuel, Dziga Vertov e Jean Vigo – sulle note del compositore ungherese Mihály Víg, stretto collaboratore del regista Béla Tarr. Notfilm è un omaggio a due eccezionali artisti del Novecento, Beckett e Keaton, ma è anche al contempo uno dei più appassionati tributi all’histoire(s) du cinéma. È stato proiettato nei maggiori film festival e musei internazionali e inserito nella lista dei 10 migliori film e dei 10 migliori documentari del 2016 di Artforum, IndieWire, Village Voice e altre prestigiose riviste di critica.

 


Quando

giovedì 31 maggio ore 21.00;

venerdì 1 giugno ore 17.15;

martedì 5 giugno ore 21.00;

mercoledì 6 giugno ore 17.15.

 

I due film saranno proiettati uno dietro l'altro a partire dall'orario indicato.

 

Ingresso
Intero € 6
Ridotto € 4,50

 

Per informazioni sulla sala cinema e biglietti

 


Shirley Clarke: portrait of another cinema

In collaborazione con la distribuzione indipendente Reading Bloom, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci porta a Prato una rassegna di lungometraggi realizzati da Shirley Clarke (1919-1997), regista e artista newyorkese, vera e propria icona del cinema underground ed indipendente non solo americano. Insieme a Maya Deren, Kenneth Anger e Stan Brakhage, ha influenzato in maniera decisiva i nuovi registi e filmmaker che dal 1960 si unirono intorno al New American Cinema Group di Jonas Mekas, tappa fondamentale del cammino di affrancamento da Hollywood da parte del cinema indipendente statunitense, che portò di lì a qualche anno alla nuova generazione di registi della New Hollywood, diventati oggi maestri universalmente riconosciuti.

 

La rassegna (The Connection - 1961; Portrait of Jason - 1967; Ornette: Made in America -1985)  si aprirà con un evento speciale, una lezione di Ross Lipman sul restauro cinematografico e suuno dei suoi ultimi lavori, Shadows (1959) di John Cassavetes (giovedì 10 maggio, ore 18.00). A chiudere la rassegna un appuntamento altrettanto importante con la proiezione di Film (1964), unica esperienza cinematografica dello scrittore e commediografo irlandese Samuel Beckett, realizzato in collaborazione con Alain Schneider, con protagonista il grande attore e regista dell’età del Muto Buster Keaton, restaurato sempre da Lipman., di cui vedremo anche Notfilm (2015), documentario sull’opera di restauro del film in questione.

 

La proiezione di The Connection (1961) di Shirley Clarke, di giovedì 10 maggio, sarà preceduta da un’introduzione dello stesso Ross Lipman, mentre Ornette: Made in America  (1985), sarà presentato dal musicologo Stefano Zenni.

 


 

giovedì 10 maggio ore 18.00

Evento Speciale d’Apertura: Lezione di Ross Lipman
Persistence of Revision. Lezione introduttiva sul restauro cinematografico
Passing Shadows: Cassavetes and Mingus. Lezione sul restauro e la produzione di
Shadows di John Cassavetes


La rassegna: Shirley Clarke: Portrait of Another Cinema​

The Connection​ - Shirley Clarke - 1961 - 103'

giovedì 10 maggio ore 21.15 (introduce Ross Lipman);

venerdì 11 maggio ore 17.15;

martedì 15 maggio ore 21.15;

mercoledì 16 maggio ore 17.15

 

Portrait of Jason​ - Shirley Clarke - 1967 - 105'
giovedì 17 maggio ore 21.15;

venerdì 18 maggio ore 17.15;

martedì 22 maggio ore 21.15;

mercoledì 23 maggio ore 17.15

 

Ornette: Made in America​ - Shirley Clarke - 1985 - 77'
giovedì 24 maggio ore 21.15 (introduce il musicologo Stefano Zenni);

venerdì 25 maggio ore 17.15;

martedì 29 maggio ore 21.15;

mercoledì 30 maggio ore 17.15

Evento chiusura della rassegna Film/Notfilm

Film ​- Alain Schneider, Samuel Beckett - 1964 - 24'
Notfilm ​- Ross Lipman - 2015 - 128

giovedì 31 maggio ore 21.00;

venerdì 1 giugno ore 17.15;

martedì 5 giugno ore 21.00;

mercoledì 6 giugno ore 17.15



Where
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Quando

giovedì 31 maggio ore 21.00;

venerdì 1 giugno ore 17.15;

martedì 5 giugno ore 21.00;

mercoledì 6 giugno ore 17.15.

 

I due film saranno proiettati uno dietro l'altro a partire dall'orario indicato.

 

Ingresso
Intero € 6
Ridotto € 4,50

 

Per informazioni sulla sala cinema e biglietti




share