This website uses cookies and similar technologies. We use analytical cookies to offer visitors to the website the best possible user experience. By continuing to use centropecci.it, you agree to the placement of cookies on your device.

OK

Moonlight

FILM



March 02—18, 2017

Di Barry Jenkins (Usa, 2016; 111’; v.o.s.i.)

Fine come Margini

share



informations

Storia della vita, dall'infanzia all'adolescenza all'età adulta di Chiron, un ragazzo di colore cresciuto nei sobborghi difficili di Miami, che cerca faticosamente di trovare il suo posto del mondo. Una riflessione intensa e poetica sull'identità e sul senso di appartenenza, sulla famiglia, l'amicizia e l'amore.

"Un film visivamente sontuoso, narrativamente spericolato, socialmente incandescente. Capace di restituire alla causa 'black' la tensione stilistica che merita. Anche se machismo e deriva criminale oggi sono in agguato in tutte le periferie del mondo, di qualsiasi colore." (Fabio Ferzetti, Il Messaggero, 16 febbraio 2017)

"E' di origine teatrale questa educazione sentimentale contro stereotipi d'un afroamericano in cerca dell'identità sessuale mentre il panorama morale intorno è un caleidoscopio. Tre attori per Chiron, tre per Kevin, senza una macchia: il miracolo di Barry Jenkins è armonizzare spazi e tempi pur con l'handicap di un certo estetismo, una certa banalità del male sociale riscattati però dal magnifico finale, un pugno in cui è chiuso un grammo puro di poesia: la droga più spacciata è la solitudine." (Maurizio Porro, Corriere della Sera, 16 febbraio 2017)

"Nella sua poetica esilità, l'opera seconda del 35enne Barry Jenkins ha vari motivi di interesse, a partire dal fatto che all'implicita domanda «Cosa significa essere nero nell'America di oggi?» risponde con il ritratto giocato fuori dagli stereotipi di un giovane gay, dimostrando che la questione dell'identità di un uomo di colore è tema complesso e non banalmente riconducibile a livello di problemi di razza. All'origine c'è soggetto teatrale, 'In Moonlight Black Boys Look Blue', nel quale il drammaturgo in ascesa Tarell Alvin McCraney, coetaneo del regista e come lui natio di Miami, ricorda la sua esperienza di adolescente omosessuale alle prese con i pregiudizi e la violenza di un ambiente nero machista. Del testo il film mantiene la divisione in tre capitoli che sull'arco di una ventina d'anni vanno a tratteggiare il percorso di formazione di Chiron. Nella trasognata fotografia di James Laxton, il sobborgo di Miami dove si svolge la storia acquista un'onirica valenza di realtà rievocata; e Jenkins possiede un'indubbia capacità di suggerire gli stati d'animo attraverso il fluido scorrere di immagini ben contrappuntate dalla ricca colonna musicale curata da Nicholas Briten. Lungi dall'aspirare a romanzesca solidità, 'Moonlight' vibra di un'emozionale corda lirica, ed è questo il registro su cui sintonizzarsi per apprezzarne l'innovativa sensibilità." (Alessandra Levantesi Kezich, La Stampa, 16 febbraio 2017).

Premio Oscar 2017 per il Miglior Film, Miglior Attore non protagonista e Migliore Sceneggiatura non originale.




Where
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Quando

gio 2 mar H 21.15

ven 3 mar H 19.00

sab 4 mar H 21.15

dom 5 mar H 18.30

mar 7 mar H 19.00

mer 8 mar H 21.15

sab 11 mar H 21.15

dom 12 mar H 18.30

ven 17 mar H 19.00

 

Ingresso

intero € 6,00

ridotto € 4,50

Abbonamento 10 entrate € 45,00

see also
Film
March 03—14, 2017
David Lynch

The Art Life



share