This website uses cookies and similar technologies. We use analytical cookies to offer visitors to the website the best possible user experience. By continuing to use centropecci.it, you agree to the placement of cookies on your device.

OK

Novecento - versione restaurata

di Bernardo Bertolucci;  (Ita, 1976; Atto I 162', Atto II 154'; versione restaurata 4K)

FILM



April 18—May 03, 2018

di Bernardo Bertolucci;  (Ita, 1976; Atto I 162', Atto II 154'; versione restaurata 4K)

share



informations

 

Le vite parallele e intrecciate di tre generazioni di una famiglia emiliana impegnate nelle lotte politiche ed esistenziali che hanno contraddistinto un secolo di storia italiana. Un grandioso affresco storico e melodrammatico con un cast irripetibile: Robert De Niro, Gérard Depardieu, Dominique Sanda, Burt Lancaster.

 

In un paese della Bassa Emiliana nascono, agli albori del '900, Alfredo Berlinghieri e Olmo Dalcò: il primo, futuro erede dei beni terrieri di famiglia, nonostante i privilegi di casta si attacca al secondo, figlio di una contadina e di padre ignoto. L'amicizia dura, nonostante le vicende familiari e sociali di mezzo secolo traccino un solco sempre più profondo fra padroni e braccianti. Olmo si unisce alla maestrina Anita, fervente politicante rossa che muore dando alla luce una figlia e fugge dal paese dopo gesti di opposizione alle squadracce fasciste che lo porterebbero certamente alla morte o all'ergastolo.

 

Alfredo, dopo il suicidio del nonno e la morte del padre, diviene padrone; sposa Ada, dolce e stravagante, che lo abbandona quando s'avvede che il marito è inesorabilmente divenuto un classico padrone-tiranno. Ma la colpa maggiore del Berlinghieri è stata quella di non avere allontanato a tempo il fattore ingaggiato dal padre, certo Attila, fascista e cinico arrivista, tra l'altro amante di Regina, cugina di Alfredo. Nel '45, in coincidenza con la Liberazione, Olmo ritorna e guida i contadini nella rivolta contro la famiglia dell'amico: Attila viene ucciso; Regina rapata; Alfredo condannato simbolicamente a morte. Quando giungono i rappresentanti del C.N.L. i contadini consegnano le armi. Alfredo e Olmo invecchieranno bisticciando amichevolmente.

 

Due atti: il primo va dal 1900 all'avvento del fascismo, il secondo si conclude con la Liberazione. Oltre al sontuoso ed eterogeneo cast, protagonista è il paesaggio della campagna parmense, esaltato dalla fotografia di Vittorio Storaro.

 

Quando 

mercoledì 18 aprile ore 18.00 Atto 1 e ore 21.00 Atto 2 (4,50 € a spettacolo) 
mercoledì 25 aprile ore 20.30 Atto 1
giovedì 3 maggio ore 20.30 Atto 2
 

Ingresso
Intero € 6
Ridotto € 4,50 

mercoledì 18 aprile  4,50 € a spettacolo 

 

 




Where
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Quando 

mercoledì 18 aprile ore 18.00 Atto 1 e ore 21.00 Atto 2 (4,50 € a spettacolo) 
mercoledì 25 aprile ore 20.30 Atto 1
giovedì 3 maggio ore 20.30 Atto 2
 

Ingresso
Intero € 6
Ridotto € 4,50 

mercoledì 18 aprile  4,50 € a spettacolo 




share