This website uses cookies and similar technologies. We use analytical cookies to offer visitors to the website the best possible user experience. By continuing to use centropecci.it, you agree to the placement of cookies on your device.

OK

WATERBONES (CLIMBING) di Loris Cecchini

EXHIBITIONS



June 24—December 03, 2018

Installazione sulla facciata del Gallery Hotel Art

Curata e coordinata dal Centro Pecci di Prato / Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana.

Courtesy l'artista

share



informations

Quando

dal 24 giugno al 3 dicembre 2018

 

Inaugurazione

24 giugno 2018




Where
Gallery Hotel Art

Vicolo dell'Oro, 5, 50123 Firenze FI, Italia


Dal 24 giugno al 3 dicembre 2018, sulla facciata del Gallery Hotel Art di Firenze sarà proposta l'installazione WATERBONES (CLIMBING) di Loris Cecchini, curata e coordinata dal Centro Pecci di Prato in collaborazione con l'azienda tessile Manteco di Montemurlo e accompagnata da un volume pubblicato per l'occasione dal Gruppo Editoriale.

 

L'artista è stato invitato a realizzare un nuovo progetto site-specific a pochi passi dal Ponte Vecchio e dai numerosi monumenti e capolavori della grande arte toscana, in concomitanza con il 30° anniversario di attività del Centro Pecci di Prato, la Fondazione regionale per le arti contemporanee nella cui sede originaria ha tenuto un'importante mostra personale nel 2009 e dove è ora rappresentato con suoi lavori in collezione. La nuova opera di Cecchini a Firenze si presenterà come un'esplosione di sinapsi d'acciaio, un formicolio controllato di nervature cromate, brillanti come gioielli sbalzati che ammiccano al cangiare continuo della luce diurna, audaci e distinte come strutture rampicanti che invadono il muro nel controluce notturno.

 

Il modulo d'acciaio, elemento base della sua recente pratica artistica, permette la generazione di una morfologia reticolare, una struttura combinatoria dinamica come il suo "arrampicarsi" e preziosa come i "gioielli" scintillanti di cui è composta. L'installazione originale che ne scaturisce è associabile all'idea di crescita organica o di aggregazione cellulare, realizzata attraverso un laborioso processo di progettazione digitale, fabbricazione industriale e montaggio artigianale. L'opera evidenzia il complesso impianto tecnico su cui si fonda la produzione artistica di Cecchini, incentrata su un'esperienza con la materia e associata a temi scientifici e filosofici quali la creazione naturale o artificiale, la proliferazione spontanea o controllata.


Per l'occasione si inaugura anche la collaborazione di Loris Cecchini con la ditta Manteco di Montemurlo, che ha realizzato un tessuto originale disegnato e "firmato" dall'artista, utilizzato per rivestire il volume pubblicato dal Gruppo Editoriale. In questa produzione inedita, tanto per l'artista che per l'azienda tessile pratese, il reticolo grafico di WATERBONES assume un nuovo rilievo e richiama la "distribuzione dinamica" di un Open diagram, vera fonte d'ispirazione di questa ricerca artistica.

 

 

Quando
dal 24 giugno al 3 dicembre 2018
 
Inaugurazione
24 giugno 2018
 
 


share