This website uses cookies and similar technologies. We use analytical cookies to offer visitors to the website the best possible user experience. By continuing to use centropecci.it, you agree to the placement of cookies on your device.

OK

Esercizi




December 02—10, 2016

a cura di Alessandra Poggianti 

share



informations

L’Esercizio è ‘La trasformazione di ogni attimo della nostra vita in un momento di apprendimento e di partecipazione’

[Illich Ivan, “Descolarizzare la società, una società senza scuola è possibile? 1971, Mimesis, Milano]

 

Carico Massimo all’interno di Cantiere Toscana, la rete regionale per l’arte contemporanea e la sperimentazione di nuovi modelli formativi e produttivi, presenta un ciclo di workshop basati su pratiche di auto-apprendimento, orientati al dialogo e allo scambio tra saperi, immaginari, background culturali diversi. 

Sono previsti tre “Esercizi” di gruppo mediati da artisti e teorici che da anni si occupano di didattica sperimentale e progetti sociali. 

La partecipazione è gratuita con iscrizione obbligatoria a info@caricomassimo.it inviando una breve motivazione. 

 

Programma

Esercizio 1

“Immaginario, corpo e collettività” 
con Radical Intention
venerdì 2 dicembre 2016
ore 15.00-19.30 
Sala del Piaggione, Fortezza Nuova | Livorno
Un pomeriggio di esperimenti e riflessioni teoriche sulla rapporto tra ritmo e movimento, sia nelle dinamiche sociali che nella creazioni di azioni e piccole performance collettive che verranno innescate durante la giornata.

 

Esercizio 2
“Ognuno ha il festival che si merita”
con ALAGroup
sabato 2 dicembre 2016
ore 10.00-20.00
Sala del Piaggione, Fortezza Nuova | Livorno
Progettazione istantanea di un proprio Festival a partire da un foglio, un libro, un amico, un mp3, un disco o quant’altro i partecipanti decideranno di portare.

 

Esercizio 3
Luca Vitone
Incontro con l’artista in collaborazione con Progetto Vitalità
sabato 10 dicembre 2016 ore 17.30
Esercizio 
aprile 2017
Museo Civico Giovanni Fattori | Livorno 
L’artista raccontera’ il suo lavoro introducendo il workshop fotografico che si terra’ a primavera volto a creare dei dispositivi che raccontano la personale visione dei luoghi a partire dalle esperienze soggettive. 

Partecipazione gratuita

su iscrizione

 

Progetto realizzato nell'ambito di

Toscanaincontemporanea2016