OK

CENTRO PER L'ARTE CONTEMPORANEA LUIGI PECCI

La Via della Cina 2019: tavola rotonda




November 23, 2019 5:12 PM

share



informations

Il 23 novembre, ore 16.00, il Centro Pecci ha ospitato la tavola rotonda dedicata a La Via della Cina, il bando a cura di Filippo Maggia, rivolto ad artisti under 35 operanti in Toscana, che giunge alla sua seconda edizione e prosegue il racconto sulle trasformazioni del quartiere del Macrolotto Zero di Prato.

 

Il Macrolotto Zero è una piccola area dove, all'interno di una struttura con costruzioni tipiche del modello pratese “Città fabbrica”, sono condensati un'ampia diversità di culture, ambienti socio-economici, interessi, necessità e primi segni dell'auspicato cambiamento in distretto creativo.

La maggior parte dei nuovi cittadini di origine cinese abita in questo quartiere e la massima concentrazione si ha in via Pistoiese denominata dalla comunità “via della Cina”, qui gli autoctoni residenti sono meno del 20%. 

 

Il progetto La via della Cina 2019 vuole realizzare una serie di campagne fotografiche (comprese opere video a corredo del lavoro fotografico) per produrre una documentazione che interpreti la storia di questa parte della città e questo fenomeno, per costruire una narrazione emotivamente evocativa che esplori la relazione fra paesaggio urbano e l'elemento umano, registri i temi del cambiamento strutturale e antropologico della città, costruisca un terreno comune fra arte e geopolitica proponendo la pratica fotografica come poetica civile.

 

Quest’anno gli artisti che hanno lavorato al progetto sono quattro: Andrea Palummo e Chiara De Maria (che presentano un lavoro a quattro mani), Ai Teng e Magda Typiak, scelti attraverso un bando che ha visto la partecipazione di molti artisti che operano sul territorio toscano. 

 

Come lo scorso anno è stata preziosa la collaborazione degli studenti di origine cinese dell’Istituto d’Istruzione Superiore Carlo Livi - Angela, Caterina, Chiara, Davide e Kelly - impegnati nel “Percorso per le competenze trasversali e per l’orientamento”, coordinati dalla professoressa Paola Puppo, che hanno accompagnato gli artisti  per far loro conoscere il quartiere diventando assistenti, guide, mediatori culturali, traduttori.

 

 

Programma della giornata

Presentazione dei progetti realizzati da Chiara De Maria, Andrea Palummo, Ai Teng, Magda Typiak, vincitori di questa edizione

 

Relatori:

Vittorio Iervese, sociologo, Università di Modena e Reggio Emilia, Direttore Festival dei Popoli

Luca Molinari, critico e storico dell’architettura, Università della Campania

Teresa Serra Errante, storica dell’arte

Modera Filippo Maggia, curatore del progetto

 

Organizzazione: Dryphoto arte contemporanea


con il contributo di: 

Regione Toscana nell’ambito di Toscanaincontemporanea2019 - Giovanisì, Comune di Prato, Assessorato alla Cultura


in collaborazione con:
Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana / Centro Pecci Prato; Istituto d'Istruzione Superiore Carlo Livi, Prato; CPIA 1 Prato; Ordine Architetti PPC della Provincia di Prato; Italia Nostra, Prato; Circolo Culturale E. Curiel; Ramunion Italia; Comitato Via delle Segherie; Pratosfera

 

Quando

sabato 23 novembre, ore 16.00

 

ingresso libero

Where
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO