Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK, ho capito

Chiamami con il tuo nome - Call Me by Your Name

Nuove proiezioni disponibili

FILM



8—18 febbraio 2018

 di Luca Guadagnino; (Fra-Ita-Usa-Bra, 2017;  132'; vers. it e v.o. sott. it)

condividi



informazioni

di Luca Guadagnino; (Fra-Ita-Usa-Bra, 2017;  132';  vers. it e v.o. sott. it)

 

È l'estate del 1983 nel nord dell'Italia, ed Elio Perlman, un precoce diciassettenne americano, vive nella villa del XVII° secolo di famiglia passando il tempo a trascrivere e suonare musica classica, leggere, e flirtare con la sua amica Marzia. Elio ha un rapporto molto stretto con suo padre, un eminente professore universitario specializzato nella cultura greco-romana, e sua madre Annella, una traduttrice, che gli danno modo di approfondire la sua cultura in un ambiente che trabocca di delizie naturali. Mentre la sofisticazione e i doni intellettuali di Elio sono paragonabili a quelli di un adulto, permane in lui ancora un senso di innocenza e immaturità, in particolare riguardo alle questioni di cuore. Un giorno, arriva Oliver un affascinante studente americano, che il padre di Elio ospita per aiutarlo a completare la sua tesi di dottorato. In un ambiente splendido e soleggiato, Elio e Oliver scoprono la bellezza della nascita del desiderio, nel corso di un'estate che cambierà per sempre le loro vite.

 

 


 

"Una traiettoria che la regia di Guadagnino restituisce in passaggi inattesi, con dolcezza, spavento e tumulto, accompagnando il movimento del desiderio. Nella grana sensuale - grazie alla luce meravigliosa di Sayombhu Mukdeeprom - Guadagnino riesce a sorprendere la sua materia, il racconto di formazione, l'attrazione tra un giovane e uno più grande (con reminiscenze immediate di 'Lolita'), grazie alla capacità di infondere nella narrazione gli «oggetti» amati dell'immaginario. E se il romanzo di André Aciman è stato - come ha raccontato lui stesso - soprattutto una guida, la sceneggiatura sua, di Walter Fasano (anche montatore) e di James Ivory ha disseminato con leggerezza nel film qualcosa di ciascuno degli autori, una dimensione poetica, intima resa gesto di cinema." (Cristina Piccino, 'Il Manifesto', 14 febbraio 2017). Candidato a quattro Premi Oscar 2018, tra cui Miglior Film.

 

 


 

Quando

giovedì 8 febbraio ore 18.30  (v.o. sott. it)

venerdì 9  febbraio ore 18.30 ( vers. it ) e 21.15 (v.o. sott. it)

sabato 10  febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it)  e 21.15 (v.o. sott. it) 

domenica 11 febbraio ore  18.15  ( vers. it ) e 21.15 (v.o. sott. it)

martedì 13 febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it) 

mercoledì 14  febbraio ore  21.15 (v.o. sott. it)

sabato 17  febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it)

domenica 18  febbraio ore 16.00 (v.o. sott. it)

 

Ingresso

Intero € 6

Ridotto € 4,50

 

Per informazioni sulla sala cinema e biglietti




Dove
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato 


Quando

giovedì 8 febbraio ore 18.30  (v.o. sott. it)

venerdì 9  febbraio ore 18.30 ( vers. it) e 21.15 (v.o. sott. it)

sabato 10  febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it)  e 21.15 (v.o. sott. it) 

domenica 11 febbraio ore 18.15  ( vers. it) e 21.15 (v.o. sott. it

martedì 13 febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it) 

mercoledì 14  febbraio ore  21.15 (v.o. sott. it)

sabato 17  febbraio ore 18.30 (v.o. sott. it)

domenica 18  febbraio ore 16.00 (v.o. sott. it)

 

Ingresso

Intero € 6

Ridotto € 4,50

 

Per informazioni sulla sala cinema e biglietti



condividi