OK, ho capito

Jacopo Benassi. The Belt

Presentazione del catalogo in dialogo online con il fotografo

TALK / PECCI ART BOOKS



29 ottobre 2020 h 18:30—20:00

condividi



informazioni

Giovedì 29 ottobre alle ore 18.30 esclusivamente in streaming sui canali ufficiali Facebook e Youtube del Centro Pecci, nell'ambito del ciclo di incontri Pecci Art Books, viene presentato il volume The Belt di Jacopo Benassi, edito da Skira, dedicato al suo progetto fotografico sul distretto tessile di Prato. Intervengono con l'artista: Elena Magini, curatrice della mostra Jacopo BenassiVuoto attualmente in corso; Antonio Grulli, curatore del volume; Maria Luisa Frisa, critico, curatore e professore ordinario all'Università Iuav di Venezia; Marco Mantellassi, co-CEO di Manteco

 

Il progetto, realizzato in collaborazione con l'Archivio Manteco, è stato protagonista di una campagna di affissioni pubbliche cittadina che ha anticipato la mostra al Centro Pecci, in corso fino al 10 gennaio 2021.

The Belt è dedicato a Prato, centro d’arte e di manifattura tessile, caratterizzato da una ricca filiera di piccole e grandi aziende d'eccellenza, capaci di lavorare grandi quantità di tessuti dismessi provenienti da ogni parte del mondo, rendendoli nuovamente, con un sapiente uso di tecnologia e tradizione artigiana, materiale di prima qualità.

 

Nelle sue fotografie Benassi rende protagonisti gli artigiani, i materiali industriali, le opere dei musei, le reliquie, una quotidianità quasi sacrale e la natura ciclica delle pratiche industriali e artigiane, mettendo in atto un processo di auto-riconoscimento.

“In Jacopo Benassi la voglia di fotografare nasce da un riflesso quasi pavloviano dettato da due stimoli, spesso sovrapposti: il primo è quello dell’amore e del desiderio per il soggetto ritratto, il secondo stimolo è quello del riconoscimento di sé nel soggetto che viene documentato con la macchina fotografica. - evidenzia il curatore Antonio Grulli, nel suo testo in catalogo - Non poteva non rimanere affascinato da questo mondo di produzione artigianale e industriale, in cui le mani hanno una parte così importante, in cui la competenza professionale altamente specializzata rende le persone che vi lavorano orgogliose di quello che fanno, in cui macchine incredibili riescono a rendere preziosissimo qualcosa che non solo non ha più valore ma è diventato addirittura un peso per la società.” 

 

I tessuti, i macchinari, i ritratti degli artigiani e le loro mani che lavorano, le persone colte in momenti di pausa o nell'atto di consumare pasti: le foto di Benassi mescolano elementi prosaici a immagini sacre – come il pulpito di Donatello del duomo di Prato o i dipinti di Palazzo Pretorio - mettendo in relazione l'umanità operosa cittadina alle icone della sua storia e tradizione artistica. 

Il titolo stesso del progetto, The Belt, si rifà alla Sacra Cintola, preziosa reliquia della Madonna conservata nella cattedrale di Prato come elemento identitario della città

Come ha scritto nel volume Maria Luisa Frisa: “Sono fotografie che tengono insieme le macchine, la natura e l'uomo. Sembrano immagini che vengono dal passato, perché restituiscono una quotidianità del lavoro antica, intrisa di rispetto e di fiducia, i sentimenti che il fotografo ha condiviso con la fabbrica e i suoi abitanti Jacopo Benassi ne trattiene e ne fotografa l’aspetto più arcaico. Il santino appiccicato all’armadietto. L’orologio alla parete. La pausa del pranzo. Gli avanzi del cibo. Le lavatrici. Le stoffe ammucchiate. Tatuaggi e crocefissi. Ogni tanto gesti di pitture antiche venuti chissà da dove e chissà di chi”.


Pecci Art Books


Dove
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato


Esclusivamente in streaming sui canali Facebook e Youtube del Centro Pecci

Link alla diretta: 

• Facebook 
• Youtube

vedi anche
MOSTRE
8 settembre 2020—10 gennaio 2021
Jacopo Benassi. Vuoto


condividi