Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK,明白了!

Bridges-go-round + Brussels Loops con sonorizzazione dal vivo

FILM / SHIRLEY CLARKE: PORTRAIT OF ANOTHER CINEMA



2018年06月14日 21:30

Brussels Loops (1958) di Shirley Clarke e D.A. Pennebaker

Bridges-go-round (1958) di Shirley Clarke, sonorizzazione dal vivo Maria Teresa Soldani

 

分享



详情
信息

La rassegna su Shirley Clark Portrait of another cinema si arricchisce di un nuovo appuntamento il 14 giugno con la proiezione del corto Bridges-go-round di Shirley Clarke e D.A. Pennebaker e la sonorizzazione dal vivo di Brussels Loops della stessa Clarke.

 


 

Brussels Loops

1958 | 46 min

Commissionati dal Dipartimento di Stato Americano in occasione di EXPO58, i Brussels Loops sono un’affascinante collezione di cortometraggi che ritraggono frammenti dell’American Way of Life nel pieno della storica corsa allo

spazio che segnò le sorti della guerra fredda tra Stati Uniti e Unione Sovietica. I film furono girati e montati da due

grandi esponenti del cinema indipendente americano: Shirley Clarke e D.A. Pennebaker. Al progetto parteciparono anche Ricky Leacock e Wheaton Galentine, su invito del documentarista Willard Van Dyke.

 

“Realizzammo circa 30 loops”, raccontò la Clarke in un’intervista del 1983. “Ci dissero che l’unico argomento che

non potevamo trattare era il jazz. Così li feci tutti jazzy. Divenne un gioco che Penny ed io applicammo sia alle riprese sia al montaggio.” A sessant'anni dalla loro apparizione ‘muta’ sugli schermi nel Padiglione USA di EXPO58 – la prima Esposizione Universale del dopoguerra di cui l’Atomium è simbolo – i Brussels Loops vengono riproposti per la prima volta al pubblico internazionale con la sonorizzazione dal vivo di Maria Teresa Soldani. Il progetto è prodotto e co-distribuito da Reading Bloom.

 

 


 

 

Bridges-go-round

1958 | 4 min

Inizialmente girata per il Dipartimento di Stato Americano, questa suggestiva sinfonia urbana di Shirley Clarke mostra i ponti di New York come un caleidoscopio di vivide immagini astratte. La pellicola fu prodotta in due

versioni, entrambe restaurate a partire da un negativo 16mm: la prima con musiche elettroniche di Louis e Bebe

Barron, già autori della colonna sonora de Il pianeta proibito, un classico sci-fi di Fred M. Wilcox; la seconda con

musiche jazz di Teo Macero, produttore-compositore di Miles Davis e Charles Mingus. Clarke amava entrambe le

versioni, che spesso venivano mostrate nel corso della stessa proiezione: “È un modo meraviglioso di guardare il

film poiché puoi vedere come il suono ne modifica il contenuto”.

 

 


 

 

Quando

giovedì 14 giugno ore 21.30

 

Ingresso 
Intero € 6
Ridotto € 4,50

 

Per informazioni sulla sala cinema e biglietti

.

 

.


Shirley Clarke: portrait of another cinema

In collaborazione con la distribuzione indipendente Reading Bloom, il Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci porta a Prato una rassegna di lungometraggi realizzati da Shirley Clarke (1919-1997), regista e artista newyorkese, vera e propria icona del cinema underground ed indipendente non solo americano. Insieme a Maya Deren, Kenneth Anger e Stan Brakhage, ha influenzato in maniera decisiva i nuovi registi e filmmaker che dal 1960 si unirono intorno al New American Cinema Group di Jonas Mekas, tappa fondamentale del cammino di affrancamento da Hollywood da parte del cinema indipendente statunitense, che portò di lì a qualche anno alla nuova generazione di registi della New Hollywood, diventati oggi maestri universalmente riconosciuti.

 

La rassegna (The Connection - 1961; Portrait of Jason - 1967; Ornette: Made in America -1985)  si aprirà con un evento speciale, una lezione di Ross Lipman sul restauro cinematografico e suuno dei suoi ultimi lavori, Shadows (1959) di John Cassavetes (giovedì 10 maggio, ore 18.00). A chiudere la rassegna un appuntamento altrettanto importante con la proiezione di Film (1964), unica esperienza cinematografica dello scrittore e commediografo irlandese Samuel Beckett, realizzato in collaborazione con Alain Schneider, con protagonista il grande attore e regista dell’età del Muto Buster Keaton, restaurato sempre da Lipman., di cui vedremo anche Notfilm (2015), documentario sull’opera di restauro del film in questione.

 

La proiezione di The Connection (1961) di Shirley Clarke, di giovedì 10 maggio, sarà preceduta da un’introduzione dello stesso Ross Lipman, mentre Ornette: Made in America  (1985), sarà presentato dal musicologo Stefano Zenni.

 


 

giovedì 10 maggio ore 18.00

Evento Speciale d’Apertura: Lezione di Ross Lipman
Persistence of Revision. Lezione introduttiva sul restauro cinematografico
Passing Shadows: Cassavetes and Mingus. Lezione sul restauro e la produzione di
Shadows di John Cassavetes


La rassegna: Shirley Clarke: Portrait of Another Cinema​

The Connection​ - Shirley Clarke - 1961 - 103'

giovedì 10 maggio ore 21.15 (introduce Ross Lipman);

venerdì 11 maggio ore 17.15;

martedì 15 maggio ore 21.15;

mercoledì 16 maggio ore 17.15

 

Portrait of Jason​ - Shirley Clarke - 1967 - 105'
giovedì 17 maggio ore 21.15;

venerdì 18 maggio ore 17.15;

martedì 22 maggio ore 21.15;

mercoledì 23 maggio ore 17.15

 

Ornette: Made in America​ - Shirley Clarke - 1985 - 77'
giovedì 24 maggio ore 21.15 (introduce il musicologo Stefano Zenni);

venerdì 25 maggio ore 17.15;

martedì 29 maggio ore 21.15;

mercoledì 30 maggio ore 17.15

Evento chiusura della rassegna Film/Notfilm

Film ​- Alain Schneider, Samuel Beckett - 1964 - 24'
Notfilm ​- Ross Lipman - 2015 - 128

giovedì 31 maggio ore 21.00;

venerdì 1 giugno ore 17.15;

martedì 5 giugno ore 21.00;

mercoledì 6 giugno ore 17.15



地点
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Quando

giovedì 14 giugno ore 21.30




分享