Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente e per ricavare informazioni statistiche anonime delle visite alle pagine. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy
OK, ho capito

"Tiepide acque di primavera" di Xiaogang Gu

Prime Visioni #Cannes72

FILM / PRIME VISIONI



5—19 gennaio 2022

(Chun jiang shui nuan; Cina, 2019) 150'; vers. it e v. or. sott. it

Con Zhenyang Dong, Hongjun Du, Wei Mu 

condividi



informazioni

Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

La famiglia Yu si riunisce per il compleanno dell'anziana madre di quattro fratelli: il primo di questi è il proprietario del ristorante in cui si tiene la festa; il secondo è un pescatore in difficoltà economica; il terzo è un truffatore pesantemente indebitato e con un figlio portatore di handicap; il quarto ha l'animo semplice di un bambino.

Come sovente capita con i film provenienti dall'Estremo Oriente, il titolo scelto dalla distribuzione italiana aiuta assai poco a comprendere l'intento del regista. Il titolo originale del film, Fù chun shanju tú, e quello internazionale, Dwelling in the Fuchun Mountains, coincidono infatti con il nome di un antico e importante dipinto cinese del XIV secolo: un rotolo, ormai diviso in due pezzi, che misura più di sei metri di lunghezza.

Il richiamo all'opera di Huang Gongwang non avviene per caso, anzi è un costante spirito guida per il regista del film, che illustra la storia della famiglia Yu alla maniera di un rotolo senza tempo, svelandone a poco a poco ogni risvolto.

Paesaggi mossi dal vento, campi lunghissimi e carrelli orizzontali accostano i micro-racconti alla stregua di piccole cartoline, che vanno a comporre un armonioso mosaico sulle miserie e grandezze delle vite di uomini semplici, tra le montagne Fuchun e il delta del fiume omonimo.

Un luogo incantato, che appartiene alle leggende della dinastia Qin e poi a quelle del regno di Wu, che oggi ospita un'umanità smarrita e aggrappata a sciocche o autolesioniste abitudini. Youjin, il fratello scialacquatore e dedito alle scommesse, potrebbe apparire da subito come il personaggio negativo della vicenda, un fardello che grava sulle spalle dei suoi maggiori. Ma attraversando, con il placido incedere della regia di Gu Xiaogang, questa cronaca di commedie e tragedie umane, scopriremo che le apparenze possono ingannare e che l'equilibrio di un nucleo familiare si regge su calcoli più complessi dei semplici pregiudizi.

Un mutamento e un'evoluzione che si accompagna a quello delle stagioni, assecondando una visione buddhista del ciclo della vita che rimanda tanto a certo Kim Ki-duk (Primavera, estate, autunno, inverno... e ancora primavera) che a Edward Yang (Yi Yi - e uno... e due...). Quest'ultimo, specie nell'incipit corale in cui la famiglia al completo si riunisce, appare come un'evidente influenza per Gu, che, se maschera le vesti da debuttante grazie all'incredibile capacità di messa in scena - senza peraltro aver seguito una scuola di cinema e servendosi solo di attori non professionisti - ne lascia trasparire qualche segno proprio nei richiami forti allo stile della New Wave taiwanese. (Emanuele Sacchi, mymovies.it)

 


Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

SPETTACOLI

mercoledì 5 gennaio ore 21.15 - v. or. sott. it

giovedì 6 gennaio ore 18.00 - v. or. sott. it

venerdì 7 gennaio ore 21.15 - vers. it

sabato 8 gennaio ore 18.00 - vers. it

domenica 9 gennaio ore 16.00 - vers. it // ore 20.30 - v. or. sott. it

mercoledì 12 gennaio ore 18.00 - vers. it

giovedì 13 gennaio ore 18.45 - vers. it
venerdì 14 gennaio ore 17.15 - v. or. sott. it
sabato 15 gennaio ore 21.15 - vers. it
domenica 16 gennaio ore 11.00 - v. or. sott. it; ore 18.00 - vers. it
mercoledì 19 gennaio ore 21.15 - v. or. sott. it


Prime visioni


Dove
Cinema - Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato 


Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

SPETTACOLI

mercoledì 5 gennaio ore 21.15 - v. or. sott. it

giovedì 6 gennaio ore 18.00 - v. or. sott. it

venerdì 7 gennaio ore 21.15 - vers. it

sabato 8 gennaio ore 18.00 - vers. it

domenica 9 gennaio ore 16.00 - vers. it // ore 20.30 - v. or. sott. it

mercoledì 12 gennaio ore 18.00 - vers. it

giovedì 13 gennaio ore 18.45 - vers. it
venerdì 14 gennaio ore 17.15 - v. or. sott. it
sabato 15 gennaio ore 21.15 - vers. it
domenica 16 gennaio ore 11.00 - v. or. sott. it; ore 18.00 - vers. it
mercoledì 19 gennaio ore 21.15 - v. or. sott. it



condividi