OK,明白了!

Nimby - Not in my backyard di Teemu Nikki

Prime Visioni

FILM / PRIME VISIONI



2021年12月30日—2022年01月04日

(Finlandia, 2020; 94') v. or. sott. it

Con Susanna Pukkila, Almila Bagriacik, Elias Westerberg

分享



详情
信息

Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

Marvi e Kata stanno insieme da circa un anno e mezzo anche se le rispettive famiglie sono all'oscuro del loro legame. Decise ad uscire allo scoperto vanno a trovare i genitori di Marvi nella città natale della ragazza e scoprono che sono una coppia scambista; hanno infatti una relazione con il reverendo del luogo e sua moglie. Ma è solo l'inizio. Da Berlino arrivano anche i genitori di Kata e la madre Farrah è la responsabile dell'agenzia dei rifugiati delle Nazioni Unite. La notizia della sua presenza attira un gruppo di neonazisti di cui fa parte anche l'ex-fidanzato di Marci che minaccia di dar fuoco la casa se la donna non si consegna a loro.
Comincia e finisce con Marvi e Kata che ballano. In apertura in un locale, nel finale in una scena più intima. In realtà le protagoniste di Nimby - Not in My Backyard non sono loro ma il mondo che le gravita attorno.
Il cineasta finlandese Teemu Nikki, qui al quarto lungometraggio prima del riconoscimento internazionale per Il cieco che non voleva vedere Titanic, ha ancora in testa un cinema meno autoriale e formalmente curato ma più arrabbiato. Innanzitutto costruisce una satira politica che non risparmia nessuno a cominciare dai gruppi neonazisti, ma al tempo stesso prende di mira anche la Chiesa, il falso progressismo che dietro nasconde il pregiudizio e la mancanza di confronto dialettico. Marvi e Kata sono due personaggi che rappresentano una delle principali tracce narrative ma sono anche ai margini. Il loro sguardo è periferico, astratto, non può essere oggettivo ma punta alla glacialità per far sì che anche loro, come il regista, possano diventare osservatrici e, così, entrare e uscire dalla vicenda. Nimby - Not in My Backyard parte con un tipo di storia poi si trasforma in qualcosa di completamente diverso.
Il coming out passa in secondo piano. Attraverso la struttura della black comedy, racchiude personaggi così chiusi nelle loro convinzioni che non sanno ascoltarsi. Trovano impreviste alleanze, ma spesso sono egocentrici, egoisti e anche un po' vigliacchi come nel caso del reverendo e sua moglie. Dietro l'apparente controllo, Nikki mostra come tutto può crollare da un momento all'altro e la ricerca di perfezione mentale si trasforma in caos come nel cinema di Ruben Östlund.
Certo, il cineasta forza la mano ma non significa che è un demerito. Il film può apparire anche fin troppo caricato quando vuole essere simbolico: la scritta "merda" (si, proprio in italiano) su un braccio, la pistola di Adolf Hitler comprata dal capo dei neonazisti. Da un punto di vista stilistico, rischia anche di essere un giochino fine a sé stesso la linea che divide l'inquadratura e crea artigianalmente lo split-screen.
Nimby - Not in My Backyard azzecca però il nodo centrale che è l'assedio alla casa. Una specie di western rurale, un Carpenter rivisitato in chiave scandinava dove i mostri sono già gli umani. Non ci sono mutazioni. Proprio per questo la follia umana mostrata da Nikki è ancora più inquietante. Un ballo satanico, che potrebbe portare a tragiche conseguenze. Proprio per questo l'imboscata dei ciclisti diventa una delle chiavi di un riscatto e guida la rivolta prima di tutto da un punto di vista politico. (Simone Emiliani, mymovies.it)

 


Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

Spettacoli

Giovedì 30 dicembre ore 21.15 

Venerdì 31 dicembre ore 19.00 

Sabato 1 gennaio ore 16.00 

Domenica 2 gennaio ore 11.00 - 18.30 

Martedì 4 gennaio ore 21.15


Prime visioni


地点
Cinema - Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


Acquista il tuo biglietto online. Clicca qui!

 

Spettacoli

Giovedì 30 dicembre ore 21.15 

Venerdì 31 dicembre ore 19.00 

Sabato 1 gennaio ore 16.00 

Domenica 2 gennaio ore 11.00 - 18.30 

Martedì 4 gennaio ore 21.15



分享