This website uses cookies to improve user experience and extract anonymous data about page views. For more information please refer to our cookie policy
OK

Vincenzo Trione. Artivismo – Arte, politica, impegno (Einaudi 2021)

EVENTO ANNULLATO

TALKS / PECCI BOOKS



May 26, 2022 6:00 PM—7:00 PM

share



informations

INGRESSO LIBERO. PRENOTAZIONE CONSIGLIATA CLICCANCO QUI.

Accesso con green pass e mascherina FFP2


Arte e politica: gli artivisti sono quegli artisti che tornano a lasciarsi ispirare dalla polis, si fanno interpreti di una svolta civile dell’arte. Talvolta, aprono piste sulla superficie della cronaca e dell'attualità. Altre volte si dedicano ad atti di immaginazione arditi, necessari, urgenti. Courbet, Picasso, Dix, Beckman, Grosz, Fautrier, Guttuso, Vedova, Music, Kiefer e Boltanski. Pur nelle loro radicali diversità, questi artisti hanno concepito l’arte non come l’altra faccia della luna, né come la zona lasciata in ombra dal divenire del vero, ma come il riflesso, e il tribunale, del presente – forza distruttrice e, insieme, vitale; momento necessario ma spesso nascosto. Negli scenari disomogenei dell'arte del nostro tempo, l’Autore individua l'affermarsi di una tendenza: l'arte politica, compendiata dall'espressione “artivismo”. Ne sono protagonisti artisti-intellettuali, che percorrono vie differenti. Alcuni realizzano opere volte a testimoniare le urgenze della cronaca (il dramma dei migranti). Altri costruiscono installazioni attente a questioni ambientali ed ecologiche. Altri ancora, come gli street artists e i writers, propongono colorate forme di riestetizzazione urbana, nelle quali, spesso, commentano fatti ed eventi della cronaca politica: esperienze artistiche che superano il piano della testimonianza, originali interventi all’interno di contesti urbani segnati da emarginazioni e da problemi sociali e antropologici.

 



 
Bio
Vincenzo Trione
è professore ordinario di Arte e media e di Storia dell'arte contemporanea presso l'Università IULM di Milano, dove è Preside della Facoltà di Arti e turismo. È Presidente della Scuola dei beni e delle attività culturali. Collabora con il «Corriere della Sera». Ha curato mostre in musei italiani e stranieri e il Padiglione Italia della LVI Biennale di Venezia (2015). Direttore dell’Enciclopedia Treccani dell’Arte Contemporanea (2021), è autore di monografie su Apollinaire, Soffici e de Chirico e del volume Effetto città. Arte cinema modernità (2014, Premio Roma, Premiogiuria Viareggio). Per Einaudi, ha pubblicato nel 2017 Contro le mostre (con Tomaso Montanari) e nel 2019 L'opera interminabile. Arte e XXI secolo (Premio-giuria Viareggio).


Pecci Books


Where
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, 59100 Prato PO, Italia


INGRESSO LIBERO. PRENOTAZIONE CONSIGLIATA CLICCANCO QUI.

Accesso con green pass e mascherina FFP2



share