OK



Andrea Tarabbia in dialogo con Damiano Afrifa presenta Madrigale senza suono

#CENTROPECCIEXTRA

WEB TV / PECCI TALK



 Andrea Tarabbia, vincitore del Premio Campiello 2019, presenta “Madrigale senza suono”, in dialogo con il pianista Damiano Afrifa. Si partirà dalla figura geniale di Gesualdo da Venosa, il celebre principe madrigalista vissuto a cavallo tra Cinque e Seicento, centro attorno a cui ruota il congegno ipnotico di questo romanzo gotico e sensuale. Come può - è la domanda scandalosa sottesa al romanzo - il male dare vita a tale e tanta purezza sopra uno spartito?

 

Per vendicare il tradimento, il principe di Venosa uccide la moglie Maria D’Avalos. Fin qui la Storia. Il resto è la nostalgia che ne deriva, la solitudine e il tormento del principe. Andrea Tarabbia trascina il lettore in un labirinto. Questa storia ci parla dritti in faccia, scollina i secoli e arriva fino al nostro oggi, si spinge fino a lambire i confini noti eppure sempre imprendibili tra delitto e genio. Con un gioco colto e irresistibile, tra manoscritti ritrovati e chiose di Igor' Stravinskij, che nel Novecento riscoprì e rilanciò il genio di Gesualdo.

 


 

 

Andrea Tarabbia è nato a Saronno nel 1978. Ha pubblicato, tra gli altri, i romanzi La calligrafia come arte della guerra (2010), Il demone a Beslan (2011), Il giardino delle mosche (2015; Premio Selezione Campiello 2016 e Premio Manzoni Romanzo Storico 2016) e il saggio narrativo Il peso del legno (2018). Nel 2012 ha curato e tradotto Diavoleide di Michail Bulgakov. Madrigale senza suono è il suo primo romanzo per Bollati Boringhieri. Vive a Bologna.

 

Damiano Afrifa comincia lo studio del Pianoforte a 7 anni con Andrea Nesti. Prosegue gli studi presso la Scuola di Musica “G.Verdi” di Prato con Giorgio Morozzi, per poi studiare sotto la guida di Daniel Rivera presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “P.Mascagni”, con cui è al termine del percorso di studi con una tesi speculativa sull’evoluzione della formasonata nella storia. Parallelamente si laurea in filosofia col massimo dei voti e la lode con una tesi intitolata “Idee per una fenomenologia dell’esecuzione e della fruizione della musica di tradizione scritta”.

share





WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

WEB TV / PECCI LIVE




WEB TV / PECCI TALK

WEB TV / PECCI TALK



#centropecciextra
WEB TV / PECCI LIVE

WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

WEB TV / PECCI EXTRA

WEB TV / PECCI EXTRA

WEB TV / PECCI VINTAGE

WEB TV / PECCI CONTEMPORARY

/ PECCI EXTRA
May 13—19, 2020
Talks / PECCI BOOKS
May 07, 2020 5:30 PM—6:30 PM
/ PECCI EXTRA
May 06—13, 2020
Talks / PECCI BOOKS
April 23—22, 2020
/ PECCI EXTRA
April 08—15, 2020

  • Tatjana Lightbourn, Correlate with the grey/Correlare con il grigio, performance tenuta il 28 settembre 2019, Hymmo Art Lab, Pratovecchio, Arezzo. 

     

    Foto © Alessandra Cinquemani

    "/>