Questo sito utilizza i cookie per migliorare l'esperienza utente e per ricavare informazioni statistiche anonime delle visite alle pagine. Per maggiori informazioni consulta la nostra cookie policy
OK, ho capito

Urban Trilogy / Trilogia Urbana

Gianni Pettena, Superstudio e Ufo

MOSTRE



20 novembre 2021—30 gennaio 2022

a cura di Stefano Pezzato

condividi



informazioni

in collaborazione e in collegamento con Centro di informazione e documentazione CID/Arti visive e Urban Center, Città di Prato

 

URBAN TRILOGY / TRILOGIA URBANA presenta una selezione di film e progetti di Architettura Radicale incentrati sul tema della città firmati da Gianni Pettena e dai gruppi Superstudio e Ufo, provenienti dalle collezioni e dagli archivi del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci e proposti dal prossimo 20 novembre 2021 in parallelo alla mostra L'ARTE E LA CITTÀ / ART AND THE CITY, realizzata in concomitanza con l'apertura dell'URBAN CENTER all'interno del Centro Pecci di Prato.

 

Tre brevi film, insieme a progetti originali, pubblicazioni e documenti d'archivio dell'anarchitetto Gianni Pettena e dei gruppi radicali fiorentini Superstudio e Ufo intendono confermare l'interesse del Centro Pecci per le esperienze pionieristiche e visionarie in architettura, dal design di oggetti alla scala urbana, sviluppate tra la seconda metà degli anni Sessanta e i primi anni Settanta e oggi collegabili al programma di attività pubbliche del nuovo URBAN CENTER.

Fino al 30 gennaio 2022 la rassegna porrà in evidenza una prima parte del nucleo Radical raccolto al Centro Pecci negli ultimi vent'anni, che costituisce un patrimonio unico nel panorama museale italiano e rafforza l'identità della Sala bianca posta al primo piano quale spazio immersivo, adeguato a ricognizioni storiche e riflessioni attuali, corredate da proiezioni, incontri e performance.

 


 

Gianni Pettena è un autore indipendente e originale che alla fine degli anni Sessanta ha compiuto varie intrusioni urbane in Italia prima di confrontarsi a livello sperimentale con la realtà americana dei primi Settanta, uscendo dai canoni professionali dell'architetto per affermarsi fin da allora come "artista".

 

_The Pig (Carosello italiano), 1967-68. Film 16 mm, sonoro magnetico, 8 min. 25 sec. (copia d'archivio)

_Carabinieri / Milite ignoto / Grazia & Giustizia, 1968. Serie fotografica della trilogia di interventi al Palazzo Comunale di Novara / Palazzo dei Diamanti di Ferrara / VI Festival di Musica d'Avanguardia di Palermo

_Laundry, 1968. Serie fotografica dell'intervento a "Campo urbano", Como

_Wearable Chairs, 1971. Serie fotografica e assemblage dell'intervento a Minneapolis

Comodati della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato

 


 

Superstudio è un gruppo della neoavanguardia in architettura e design, attivo dal 1966 al 1978, che ha immaginato "un modello architettonico di urbanizzazione continua" come Il Monumento continuo (1969-70) e teorizzare "l'uso della terra per mezzo di griglie di servizi e di comunicazioni", anticipando l'avvento della rete internet nella Supersuperficie (1971-72).

 

_Il Monumento continuo: New New York, 1969. Stampa offset numerata

_Atti fondamentali. Educazione, 1971-72. Collage originale

_Supersuperficie, 1971-72. Collage originale, progetto per il MoMA di New York

_Supersuperficie / Vita, 1972. Film 35 mm, sonoro magnetico, 9 min. (copia d'archivio)

Comodati della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato

 


 

Ufo sono un gruppo "simbolo di imprendibilità", attivo dal 1967 alla fine degli Settanta, che ha proposto happening urbani, metaforici e liberatori e sviluppato il concetto di Territorio discontinuo per affermare proposte di interpretazione alternative dello spazio vitale.

 

_Urboeffimero #6, 1968. Film 16 mm, sonoro magnetico, 3 min. 25 sec. (copia d'archivio)

_Urboeffimero #6, 1968. Fotografia bianco e nero, still dal film

_Casa ANAS, 1969-70. Serie di fotografie a colori

_AB (Territorio discontinuo), 1970. Fotografia a colori

_Progetto per l'Università di Firenze, 1971. Serie di fotografie bianco e nero

Comodati della Fondazione Cassa di Risparmio di Prato

 

Quando: 20 novembre 2021 - 30 gennaio 2022

In copertina: Superstudio, Momento continuo, New York, 1969

 

Si ringrazia Pecci Filati Spa e Steve Jones Srl per il contributo art bonus.




Dove
Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato




condividi