Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK, ho capito

Dropping sounds | Tutt-uno

PERFORMANCE



14 settembre 2017 h 21:30

di L'EXCAMOTAGE | Sa.Ni.

condividi



informazioni

Dropping sounds

di L’EXCAMOTAGE

performer Giovanni Corsini

sound designer, live electronics Gabriele Pineider

 

Un viaggio in bilico tra natura e essere umano.

Dualità tra istinto e razionalità. Binomio tra iperuranio e terreno.

Tutto questo è: Acqua. Un fluido che vibra nel suo stato originario, in completa libertà e natura. Come in un piccolo ruscello, gocce lentamente si uniscono per divenire mare, fiume, lago. Si increspa, si placa, si affievolisce e vorticosamente si infrange sino a quando la mano dell'uomo la irretisce. In acquedotti viene canalizzata. L'istinto ha lasciato il passo al raziocinio. Dropping Sounds non è soltanto questo. Al centro, in uno spazio che ricrea il mondo acquatico, un performer e un sound designer abitano la scena facendo rivivere l'intero percorso dell'acqua tramite

movimenti corporei e live electronics. Lasciarsi andare dallo scorrere dell'acqua per un percorso sensoriale a trecentosessanta gradi.

 

L’EXCAMOTAGE

Francesca Cecconi, laureata in teatro, è drammaturga e organizzatrice. Specializzata in Progettazione Culturale (Art Hub-Carrara) e in Progettazione Eventi-BTO, con Francesca Chiocci (IED). Ha affiancato Luca Lazzareschi, per la promozione del Versiliana Upgrade Festival (2015) e ha diretto l’ufficio stampa di Diffrazioni Festival (Firenze, 2016), collaborando con il Conservatorio Cherubini come Social Media Expert. Giovanni Corsini, regista e attore. Specializzato in biomeccanica e metodo Costa, ha studiato architettura, approfondendo la sociologia urbana. Ha lavorato con diversi registi tra cui Giancarlo Cauteruccio (Krypton) e Roger Bernat (FFF), sul tema della collettività, progettando dispositivi scenici partecipativi; e con La Fura Dels Baus (Barcelona) sul linguaggio furero.

 


 

Tutt-uno

di e con Sa.Ni.

 

Soli, liberi e frammentari, creiamo legami di carta, inventiamo le nostre società e da esse siamo ancora disegnati. Il feto lascia la madre, sottoscrive le regole del linguaggio e senza che ne venga richiesto il permesso diventa parte della società che lo battezza. Tutto-uno nasce dalla riflessione sulla paradossale aderenza tra l’essere e la società, la loro biunivoca attrazione e repulsione e le reazioni emotive che scaturiscono dalla comprensione di essere legati ed interscambiabili. Affrontiamo il tema dell’individuo, focalizzandoci sull’impercettibile corrispondenza che porta l’animo a dedicarsi ai suoi simili e rigettarli allo stesso tempo. Il tentativo principale del lavoro è l’analisi della costrizione, nella sua accezione sia negativa che positiva. Due corpi indissolubilmente legati in un moto costante. Viene cosi sviluppata e percepita l’ambiguità della costrizione, sia come creazione di un unica sostanza primordiale, sia come impedimento al moto ed all’espressione individuale. Un compromesso che nel suo paradosso ci evita la stasi ed evoca la generazione, il movimento, l’altro, il tutto, l’uno.

 

Sa.Ni. - SARA SGUOTTI, NICOLA SIMONE CISTERNINO

Sa.Ni. è un progetto di collettivo artistico nato nell’agosto 2016 dalla collaborazione

dei danzatori Sara Sguotti e Nicola Simone Cisternino.

TUTT-UNO è il primo lavoro del collettivo. Nasce grazie all’aiuto degli spazi CANGO_compagnia Virgilio Sieni, Atelier delle Arti di Livorno, Teatro Frida e Teatro Filarmonico di Piove di Sacco, Festival MarosiStromboli che attraverso residenze hanno ospitato il collettivo per la creazione. Il lavoro in fase costruttiva ha presentato un suo primo studio al teatro Grattacielo di Livorno 2017, al Festival Marosi Stromboli 2017 e al Kilowatt Festival 2017. Sono previste altri momenti di residenza per sviluppare il lavoro, i prossimi presso Atelier delle arti di Livorno e Garage Nardini di Bassano del Grappa. Il collettivo ha svolto e svolge la condivisione della propria ricerca tramite laboratori aperti a danzatori ed amatori in vari centri italiani ed esteri.




Dove
Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato


Quando

giovedì 14 settembre, ore 21.30

 

Prezzo

Ingresso gratuito



condividi