OK, ho capito

Pecci ON

Un nuovo palinsesto di appuntamenti ONline e di conversazioni ONair, in attesa di riaprire le porte al pubblico

EVENTI / PECCION



9 novembre 2020 — in corso

condividi



scheda

A seguito della chiusura di mostre e musei ordinata dall’ultimo DPCM, le attività del Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci di Prato si sono trasferite sulle piattaforme digitali, integrando l’offerta espositiva temporaneamente sospesa. Dal 9 novembre 2020 il palinsesto Pecci ON presenta sul sito e sui social del museo appuntamenti ONline e conversazioni in live streaming ONair, alternando nuovi format a iniziative consolidate che fanno da tempo parte del programma del Centro. A indicare simbolicamente il proseguimento delle attività del museo, torna il progetto EXTRA FLAGS: ogni lunedì una nuova bandiera d’artista verrà issata ONsite sul pennone di fronte al museo.

Pecci ON sottolinea come la vita di un museo d’arte contemporanea non si spenga nel momento in cui vengono chiuse fisicamente le sue porte. Anzi, oggi più che mai è fondamentale il suo ruolo di catalizzatore per la propria comunità, di antenna che capta il presente attraendo idee, voci, artisti per leggere le evoluzioni del nostro tempo e poi restituirle al territorio e al mondo amplificate. 

 

Settimanalmente, dal martedì al giovedì, Pecci ON presenta gli appuntamenti ONair.

Ogni martedì si alternano in live streaming due nuovi format ideati dal Centro Pecci, gratuiti e aperti a tutti: #Museum2b e #KeyWords. Parole che aprono il presente.

#Museum2b è un ciclo di incontri che mette in dialogo figure di spicco del panorama internazionale – Direttori di musei, curatori, operatori e professionisti in ambito museale – per interrogarsi sul ruolo delle istituzioni culturali in un momento di forte cambiamento come quello che stiamo vivendo. Qual è il ruolo di un museo oggi, soprattutto un museo d’arte contemporanea? Come sta cambiando? Come deve essere il museo di domani, per rispondere alle esigenze del suo territorio e delle sue comunità di riferimento? Domande di questo tipo saranno il punto di partenza per riflessioni che troveranno spazio in una piattaforma aperta di confronto, pensata con l’obiettivo non tanto di trovare facili risposte quanto piuttosto di attivare un processo di ascolto e di analisi dei nuovi bisogni di un mondo in rapida trasformazione.

#KeyWords. Parole che aprono il presente: un dialogo tra arte e psicologia. #KeyWords è un format che nasce dalla collaborazione tra il Centro Pecci e LabCom – Ricerca e azione per il benessere psicosociale – spin-off accademico dell’Università degli Studi di Firenze, per affrontare in modo aperto le sfide individuali e collettive che ci impone il nostro presente, a partire dall’esigenza di comprensione e condivisione delle difficoltà che ognuno di noi sta incontrando sia a livello personale che sociale. Crisi e incertezza sono i due aspetti che maggiormente caratterizzano la nostra visione del momento attuale e dell’immediato futuro: connubio che genera in noi un senso di impotenza in cui lo stato di attesa prolungato che stiamo sperimentando non viene percepito come “resistenza”, quanto piuttosto come “sopravvivenza”, simile a quella di un naufrago in un mare senza vento. Se, come ci indica Viktor Frankl, l’uomo è “in cerca di senso”, allora il vuoto dell’incertezza può essere riempito dal confronto, dalla riflessione, dall’incontro dialogico di idee ed esperienze. #KeyWords parte da queste considerazioni mettendo al centro il museo come luogo che raccoglie attorno a sé una comunità non solo fisica, ma anche simbolica –del museo stesso, dell’arte, della cultura e della scienza – che ospiterà pensatori, artisti, studiosi in un dialogo per e con gli ascoltatori su temi che accompagnano l’uomo in questo momento storico, partendo da alcune parole chiave quali trauma, limite, fiducia. 

Ogni mercoledì tornerano gli appuntamenti di #peccischool dal titolo L’arte di un mondo che cambia (1989-2001): un ciclo di incontri sull’arte contemporanea dalla caduta del Muro di Berlino al nuovo millennio, aperti gratuitamente agli studenti e a pagamento di un biglietto minimo per il pubblico generico.

Ogni giovedì è il turno delle presentazioni di libri e cataloghi di #peccibooks, o delle conversazioni con gli artisti per approfondire le mostre in corso di #pecciartistalk


Completano l’offerta del Centro Pecci i contenuti ONline: da una parte nuovi materiali d’archivio andranno ad arricchire la Web Tv – la piattaforma digitale di approfondimento e ricerca del museo che da quattro anni raccoglie molteplici contenuti video relativi a mostre, collezioni, talk, performance, concerti e a tutte le attività artistiche curate dal Centro –, dall’altra la ricchissima programmazione di Pecci Cinema, che porterà tutti i giorni in streaming sul sito del museo un’ampia selezione di film in prima visione (attualmente “in sala”) in diversi orari della giornata: si comincia con il matinée delle 11.00, seguito dalle proiezioni pomeridiane delle 16.00 e delle 18.15, dal prime time serale alle 21.15, fino al late night show di mezzanotte.

 


 

PROGRAMMA 23–29 NOVEMBRE

 

lunedì 23 novembre

#ExtraFlags

When push comes to shove di Güneş Terkol

 

martedì 24 novembre, ore 18.30

#KeyWords

Parole che aprono il presente | TRAUMA

con Virgilio Sieni e Teresa Bruno

 

mercoledì 25 novembre, ore 18.30

#PecciSchool

Post Human. Corpi mutanti e nuove identità con Camilla Froio

 

giovedì 26 novembre, ore 18.00

#PecciTalk #Protext! in context #IlMondoAttraversoLeOpere #StartingFromPiaCamil

Dario Fabbri racconta i cambiamenti della geopolitica USA

 

PECCI CINEMA
Prosegue la programmazione Pecci cinema che aderisce alla piattaforma streaming #iorestoinsala (a questo link)

I film in programma questa settimana sono: Cléo dalle 5 alle 7 per la rassegna Toujours Jeune – Omaggio ad Agnès Varda; Il grande passo e Gli indifferenti per Prime visioni; Letizia Battaglia – Shooting the Mafia, Marie Curie e Sono innamorato di Pippa Bacca per la sezione Rilanci.


PecciON




condividi