OK, ho capito

La scomparsa di mia madre

4 dicembre: Benedetta Barzini in dialogo con Cristiana Perrella

FILM



4—10 dicembre 2019

 (Italia, 2019; 94') di Beniamino Barrese, con Beniamino Barrese, Benedetta Barzini, Candice Lam

condividi



informazioni

Durante il casting per un film a lei dedicato, alcune modelle cercano di entrare nel personaggio della top model Benedetta Barzini, la prima modella italiana a comparire nel 1963 su Vogue America per volere della leggendaria fashion editor Diana Vreeland (immortalata nel documentario di Lisa Ammordino). Ma quest'inizio in chiave fiction, con luce artefatta da photoshooting è un depistaggio: qualcosa che, per contrasto, faccia risaltare la reale natura di Barzini, imponendosi con forza su quella bidimensionale, amplificata dalle passerelle, dalle cover di riviste come "Harper's Bazaar" agli altri media.

 

Benedetta Barzini, modella, femminista, scrittrice e docente universitaria, ha oggi 75 anni ed è decisa a scomparire; si trova però a dover fare i conti con la determinazione del figlio di fare un film su di lei. L'incontro tra i due diventa scontro e conflitto, ma anche confronto e collaborazione, davanti allo sguardo impassibile della telecamera.

 

Mercoledì 4 dicembre Benedetta Barzini sarà al Centro Pecci per presentare il suo film in dialogo con Cristiana Perrella. 

 

“Un gesto d’amore definitivo, tenerissimo e duro, commovente e conturbante. La scena in cui Benedetta veste l’abito blu come il fondo del mare, e nel cortile di casa posa per il figlio, è forse la scena d’amore più bella che ho mai visto al cinema.” (Concita De Gregorio - D di Repubblica)

 

"Uno scontro intimo e politico sulla cattura dell’anima, una battaglia per il controllo delle immagini, un dialogo familiare e struggente sull’impossibilità di raffigurare l’amore.” (Vittorio Lingiardi - Il Venerdì di Repubblica)

 

“Un duello giocato quasi tutto sul corpo e negli spazi della casa di lei. Più lei parla di immagine, di potere, di mistificazione, più lui fa appello al corpo, alla realtà fisica. Strappando improvvise oasi di pace che sono tra i momenti più toccanti del film.” (Fabio Ferzetti - L’Espresso)

 

“Un film bello, che ci fa conoscere ex aequo due persone, lui almeno quanto lei, nel massimo sforzo di emozioni condivise.” (Maurizio Porro - Corriere della Sera)

 

Quando

mercoledì 4 dicembre, ore 21.00

giovedì 5 dicembre,  ore 21.15 

venerdì 6 dicembre, ore 19.45

sabato 7 dicembre, ore 11.00

domenica 8 dicembre,  ore 16.30

martedì 10 dicembre, ore 21.15 

 

Ingresso

intero 7 euro
ridotto 5 euro

 

Per informazioni sulla sala cinema , biglietti e prenotazioni




Dove
Cinema - Centro per l'arte contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato 




condividi