Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK, ho capito
#finedelmondo

Anish Kapoor

al Museo di Scienze Planetarie di Prato

EVENTI / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO



16 settembre 2016 h 18:00

Progetto a cura di Stefano Pezzato

condividi



informazioni

Ad un mese di distanza dal Grand Opening inizia il Prologo alla mostra inaugurale La fine del mondo, un'importante cornice di collaborazioni che presenta alcune opere emblematiche della collezione in prestigiose sedi istituzionali della regione.

 

Al Museo di Scienze Planetarie di Prato sarà presentata l'opera di Anish Kapoor, Here and There (1987), acquisita in occasione della prima mostra del Centro Pecci (Europa Oggi, 1988, a cura di Amnon Barzel).

 

Il luogo

Il Museo di Scienze Planetarie di Prato è legato ai reperti ed ai contenuti che presenta: le meteoriti, i minerali e i processi genetici che hanno portato alla loro formazione, con particolare riguardo alla nascita e all'evoluzione del Sistema Solare e dei suoi pianeti.
La finalità principale del Museo è quella di svolgere un ruolo di "mediazione culturale", trasmettendo, a diversi livelli di complessità, le conoscenze scientifiche più avanzate su discipline che vanno dall'astrofisica all'astronomia, dalla planetologia alla geologia e mineralogia. Il percorso espositivo è articolato in sei sezioni tematiche (Universo e Sistema Solare, meteoriti condritiche, meteoriti differenziate, deserti caldi e freddi, processi di impatto, minerali) e presenta le due collezioni principali del Museo: una di meteoriti e rocce da impatto, l'altra di minerali.
L'attività di ricerca del Museo è rivolta allo studio ed alla caratterizzazione di materiali come meteoriti, tectiti, impattiti e minerali, ed allo studio delle conseguenze degli impatti sul nostro pianeta di grossi corpi interplanetari.


Prologo a La fine del mondo

Il progetto

Una selezione di opere esemplari della collezione d'arte contemporanea del Centro Pecci di Prato fa da introduzione e "cornice" al progetto espositivo La fine del mondo, curato dal direttore Fabio Cavallucci per la riapertura al pubblico della rinnovata istituzione culturale pratese. 

Raccolte nel corso di tre decenni di attività artistica e presentate a cura del conservatore del Centro Stefano Pezzato, le opere sono esposte per l'occasione all'interno di alcune fra le più prestigiose sedi istituzionali della regione.

Le sei grandi opere provenienti dalla collezione del Centro Pecci - lavori di affermati artisti italiani e stranieri della seconda metà del XX secolo - formano una campionatura variegata ma eloquente di proposte artistiche contemporanee associate al tema centrale della "condizione di incertezza in cui versa il nostro mondo", inserite e perciò messe in relazione a diversi contesti della conoscenza umana quali lo studio bibliografico e la ricerca scientifica, in particolare la preistoria, la zoologia, l'astronomia, la fisica, la geometria e la tecnologia.



#finedelmondo
di Sam Shepherd / Floating Points | 3 marzo 2017

di Andrey Kuzkin | 30 gennaio 2017

di Roly Porter | 9 gennaio 2017

di Noam Chomsky | 30 novembre 2016

di Agrupación Señor Serrano | 21 ottobre 2016

di Luis Sepúlveda | 12 ottobre 2016

di Paolo Tozzi | 19 settembre 2016

di Joanna Demers | 6 settembre 2016

di Daniele Pugliese | 25 agosto 2016

di Damiano Marchi | 12 agosto 2016

di Fabio Martini | 5 agosto 2016

di Emio Greco e Pieter C. Scholten | 12 luglio 2016

di Matteo Cerri | 30 giugno 2016

di Pascal Gielen | 22 giugno 2016

di Gian Marco Montesano | 17 giugno 2016

di Carlos Garaicoa | 10 giugno 2016

di Paco Ignacio Taibo II | 3 giugno 2016

di Piergiorgio Odifreddi | 19 maggio 2016

di Qiu Zhijie | 11 maggio 2016

di Włodek Goldkorn | 29 aprile 2016

di Redazione | 28 aprile 2016

di Stefano Catucci | 15 aprile 2016

di Julian Charrière | 11 aprile 2016

di Fabio Beltram | 24 marzo 2016

di Fabio Cavallucci | 11 marzo 2016

mostre
16 ottobre 2016—19 marzo 2017

A cura di Fabio Cavallucci

mostre
13 ottobre—11 dicembre 2016

Geografie dell'arte emergente in Toscana

concerto
18 marzo 2017 h 21:00
Performance
17 marzo 2017 h 22:00
Performance
12 marzo 2017 h 17:30
Laboratori
12 marzo 2017 h 11:00
concerto
9 marzo 2017 h 21:00
Visite guidate
8 marzo 2017 h 21:00
Performance
28 febbraio 2017 h 16:30—18:30
Visite guidate
23 febbraio 2017 h 21:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
21 febbraio 2017 h 18:00
Performance
11 febbraio 2017 h 17:30
concerto
10 febbraio 2017 h 21:00
Visite guidate
8 febbraio 2017 h 17:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
7 febbraio 2017 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
31 gennaio 2017 h 18:00
Talk
24 gennaio 2017 h 18:30
Performance
22 gennaio 2017 h 17:30
Visite guidate
18 dicembre 2016 h 17:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
13 dicembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
6 dicembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
29 novembre 2016 h 18:00
Eventi
12 novembre 2016— 8 gennaio 2017
Talk
3 novembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
27 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
18 ottobre 2016 h 18:00
Talk
16 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
8 ottobre 2016 h 11:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
7 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
29 settembre 2016 h 17:30
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
24 settembre 2016 h 11:00
Dove
Museo Scienze Planetarie Prato

Via Galcianese, 20, 59100 Prato PO, Italia


www.museoscienzeplanetarie.eu

 

Iniziativa promossa da

Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana, Prato

 

Con il sostegno di

Regione Toscana e del Comune di Prato

 

Inaugurazione

16/09/2016



condividi