Questo sito utilizza cookie per monitorare la tua esperienza di navigazione del sito. Per maggiori informazioni su come utilizzare e gestire i cookie, consulta la nostra Informativa sui cookie. Chiudendo questa notifica acconsenti al nostro utilizzo dei cookie.

OK, ho capito
#finedelmondo

This is the end

PERFORMANCE



11 febbraio 2017 h 17:30

Performance di Matteo Coluccia, Gaetano Cunsolo, Stefano Giuri, Daniela Pitré

condividi



informazioni

Quattro giovani artisti chiamati a confrontarsi con l’idea della fine del mondo attraverso il linguaggio della performance. 
Una maratona dalla partitura libera ed eterogenea che si nutre di suggestioni molteplici: la caduta come risposta alla vertigine, il tempo dell’uomo contrapposto a quello della storia, il peso del corpo e la sua liberazione, lo spazio che abitiamo come rifugio e protezione. 
Le azioni, specificatamente pensate per la mostra La fine del mondo, si articolano all’interno dello spazio espositivo in una successione che porta lo spettatore ad imbattersi ora in gesti spontanei e simbolici ora in “atti eroici” e costruzioni senza tempo.


Non tutta la polvere cade sul mondo è l’azione che Matteo Coluccia associa all’idea della fine del mondo: un gesto estremo pur nella sua semplicità che porta il performer a sperimentare l’esperienza del vuoto e della vertigine. La performance si concretizza in un intenso esercizio di fiducia e controllo, sia del corpo che dello spazio in cui esso si inserisce.

In #baciami Stefano Giuri propone un lavoro che si origina dalla concezione ciclica della storia, che lo spazio museale e lo stesso percorso di mostra suggeriscono. Una corsa caotica e scomposta nelle sale del museo echeggia simbolicamente la diversa modalità in cui le vicende dell’uomo si inseriscono nelle maglie della storia.

Gaetano Cunsolo presenta una performance dal titolo Tanto più spettacolare ed imponente sarà la costruzione di un edificio, tanto più impressionante e chiassosa sarà la sua distruzione. L’artista riflette sulla contrapposizione tra azione e reazione prendendo le mosse da un immaginario ricorrente nella sua pratica artistica, quello delle baracche, dei rifugi, dei bunker. A partire da materiali di scarto, Cunsolo costruisce una sorta di capanna-habitat al centro dello spazio espositivo: un elemento estraneo ed effimero, che ricorda le baracche improvvisate nelle campagne delle aree industriali da rifugiati e clandestini. 

In Nudo Daniela Pitré associa l’idea della fine del mondo ad una possibile e auspicabile perdita di peso e materialità del corpo, capace di condurre ad uno stato primigenio e puro. Nudo porta progressivamente l’artista a spogliarsi dei suoi indumenti - veicolo di significati spesso connessi ad una memoria personale - sino ad uno stato di nudità, avvertito come simbolica rinascita e modo nuovo di giocosa interazione con la realtà. 




#finedelmondo
di Sam Shepherd / Floating Points | 3 marzo 2017

di Andrey Kuzkin | 30 gennaio 2017

di Roly Porter | 9 gennaio 2017

di Noam Chomsky | 30 novembre 2016

di Agrupación Señor Serrano | 21 ottobre 2016

di Luis Sepúlveda | 12 ottobre 2016

di Paolo Tozzi | 19 settembre 2016

di Joanna Demers | 6 settembre 2016

di Daniele Pugliese | 25 agosto 2016

di Damiano Marchi | 12 agosto 2016

di Fabio Martini | 5 agosto 2016

di Emio Greco e Pieter C. Scholten | 12 luglio 2016

di Matteo Cerri | 30 giugno 2016

di Pascal Gielen | 22 giugno 2016

di Gian Marco Montesano | 17 giugno 2016

di Carlos Garaicoa | 10 giugno 2016

di Paco Ignacio Taibo II | 3 giugno 2016

di Piergiorgio Odifreddi | 19 maggio 2016

di Qiu Zhijie | 11 maggio 2016

di Włodek Goldkorn | 29 aprile 2016

di Redazione | 28 aprile 2016

di Stefano Catucci | 15 aprile 2016

di Julian Charrière | 11 aprile 2016

di Fabio Beltram | 24 marzo 2016

di Fabio Cavallucci | 11 marzo 2016

mostre
16 ottobre 2016—19 marzo 2017

A cura di Fabio Cavallucci

mostre
13 ottobre—11 dicembre 2016

Geografie dell'arte emergente in Toscana

concerto
18 marzo 2017 h 21:00
Performance
17 marzo 2017 h 22:00
Performance
12 marzo 2017 h 17:30
Laboratori
12 marzo 2017 h 11:00
concerto
9 marzo 2017 h 21:00
Visite guidate
8 marzo 2017 h 21:00
Performance
28 febbraio 2017 h 16:30—18:30
Visite guidate
23 febbraio 2017 h 21:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
21 febbraio 2017 h 18:00
concerto
10 febbraio 2017 h 21:00
Visite guidate
8 febbraio 2017 h 17:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
7 febbraio 2017 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
31 gennaio 2017 h 18:00
Talk
24 gennaio 2017 h 18:30
Performance
22 gennaio 2017 h 17:30
Visite guidate
18 dicembre 2016 h 17:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
13 dicembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
6 dicembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
29 novembre 2016 h 18:00
Eventi
12 novembre 2016— 8 gennaio 2017
Talk
3 novembre 2016 h 18:00
Talk / INCONTRI ALLA FINE DEL MONDO
27 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
18 ottobre 2016 h 18:00
Talk
16 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
8 ottobre 2016 h 11:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
7 ottobre 2016 h 18:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
29 settembre 2016 h 17:30
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
24 settembre 2016 h 11:00
Eventi / PROLOGO A LA FINE DEL MONDO
16 settembre 2016 h 18:00
Dove
Centro per l'Arte Contemporanea Luigi Pecci

Viale della Repubblica, 277, Prato


Ingresso

7 euro (biglietto mostra + evento)

 

Informazioni

info@centropecci.it



condividi